Aldo di Giacomi

Aldo di Giacomi

La tenuta vitivinicola di Aldo di Giacomi nasce nel 2000 nel comune di Castorano, nel cuore delle colline di Ascoli Piceno, Marche. Il territorio di Ascoli Piceno è uno dei più vocati e rinomati per la vinificazione: sin dall’antichità, già durante il periodo delle colonizzazioni greche veniva decantato per la sua ricchezza.

Sin dai primi anni 2000 il vigneron Aldo si pone l’obiettivo di reimpiantare nuovi vigneti con le varietà autoctone di Montepulciano e Sangiovese e recuperare vecchi vigneti sempre autoctoni di Passerina, Trebbiano e Malvasia coadiuvando la tradizione con tecnologie innovative. In questo territorio l’arte della coltivazione della vite è sempre stata per la natura dei terreni e la loro esposizione. La vicinanza del mar Adriatico, con le sue brezze, contribuisce a mitigare il clima, rendendolo ideale per portare a piena maturazione le uve sui dolci colli dell’Appennino.  Le vigne affondano le radici in un terroir di tipo argilloso.

In cantina come in vigna il vigneron Aldo di Giacomi segue i dettami dell’agricoltura biologica: secondo lui coltivare anche su larga scala non deve portare all’utilizzo di prodotti chimici o di sintesi. In vigna tutte le lavorazioni sono manuali e si trattano le piante solo in fase preventiva con rame e zolfo. Anche in cantina si segue la stessa linea vinificando manualmente, con fermentazioni spontanee, lieviti indigeni e nessuna filtrazione o chiarifica. Nel 2007 dopo anni di duro lavoro e pazienza vengono prodotte le tre etichette della cantina: Quattro Tempora, Zahir Bianco, Zahir Rosso. I vini di Aldo di Giacomi sono un omaggio alla grande tradizione enologica dell’ascolano; i suoi vini sono il frutto naturale della terra con un’aggiunta di tradizione e un’inesauribile passione del loro produttore. Aldo di Giacomi ha saputo mettersi “a disposizione” della terra e della vite, aspettando e obbedendo alla natura. Del resto, solo con grande pazienza e dedizione si possono creare delle vere perle enologiche.