Badalucco

badalucco

Nonostante il nome ricordi le terre spagnole ci troviamo in Sicilia, precisamente nel piccolo paese sul mare di Petrosino, in provincia di Trapani, tra Marsala e Mazara del Vallo. In questa zona sorge l’azienda vitivinicola Dos Tierras, realtà agricola biologica creata da Pierpaolo Badalucco e Beatriz De La Iglesia Garcia. Dos Tierras, letteralmente “due terre” è l’incontro e l’unione di Pierpaolo, siciliano doc e Beatriz, spagnola originaria dell’Andalusia. Da questo sodalizio nasce una storia d’amore e la decisione di ritornare alle origini dopo un trascorso lontano dalle vigne.

Pierpaolo inizialmente decide di studiare scienze politiche e poi di frequentare un master dopo la laurea a Madrid con l’idea di abbandonare la vita dei campi che aveva segnato la sua famiglia. Durante gli studi nella capitale spagnola conosce Beatriz e ottiene il tanto ambito ruolo in banca. Sembrerebbe andare tutto bene fino a quando Pierpaolo inizia a soffrire la mancanza della propria terra, delle vigne, dei campi e del mare. Decide di tornare in Italia nel 2002 con Beatriz e un ambizioso progetto di riqualifica dei vecchi terreni di famiglia. Pierpaolo riesce a salvare quasi quattro ettari di vigneti di famiglia prima che il padre li vendesse e dare quindi vita all’azienda vitivinicola Dos Tierras.

L’obiettivo di Pierpaolo e Beatriz è quello di creare un ponte tra la cultura spagnola e quella italiana. L’idea vincente la ha Beatriz che decide di importare delle varietà di viti spagnole come il Verdejo e il Tempranillo affiancandoli ai classici uvaggi siciliani come il Nero d’Avola e il Grillo. Focus della cantina Dos Tierras è il rispetto dell’ambiente: in vigna i trattamenti chimici sono banditi proprio per salvaguardare al meglio il corso della natura. Anche in cantina si è deciso di rispettare la tradizione familiare: la pressatura delle uve viene fatta ancora con i piedi senza usare alcun apparecchio tecnologico ma soltanto passione e forza di volontà. I vini non vengono chiarificati o filtrati. Sono prodotti enologici fedeli al territorio siciliano e spagnolo. Questa fusione italo-iberica ha saputo dare vita ad etichette artigianali dalla forte identità, fondendo sentimentalmente e culturalmente la Spagna con l’Italia.