Fonterenza

fonterenza

L’azienda Fonterenza nasce nel 1999 nel piccolo paese di Sant’Angelo in Colle, nel comune di Montalcino, cuore enologico della Toscana. Il podere venne acquistato nel 1975 dalla famiglia delle sorelle Francesca e Margherita Padovani, milanesi di nascita, toscane di adozione che dopo averci trascorso l’infanzia decidono di abbandonare i loro lavori per dedicarsi alla produzione di vino. Nel 1999 vengono impiantati i primi vigneti, principalmente Rosso di Montalcino e Brunello di Montalcino, su un versante collinare ad un altitudine di circa 450 mt sopra il livello del mare. Gli elementi che caratterizzano fortemente questo territorio sono il bosco che circonda i vigneti, il Monte Amiata alle spalle a fare da volano termico e barriera protettiva contro le intemperanze del clima e i venti marini provenienti da sud-ovest che incontrano le correnti fresche da nord e nord-est.

Il terroir è caratterizzato dalla presenza di molteplici suoli (argille, argillo-scisti come galestro e galestrino, arenaria sommitale, blocchi di quarzite, limo ecc.) che non implementano la complessità del vino. La zona è ricca di acqua che previene da fenomeni di stress idrico nelle annate siccitose. In cantina come in vigna si seguono i dettami dell’agricoltura biologica e biodinamica: tutti i lavori compiuti nel vigneto sono effettuati manualmente seguendo le fasi lunari e il calendario biodinamico.

Si combattono le malattie della vite attraverso l’utilizzo di solo zolfo e rame, alternati dall’utilizzo di propoli, infusi, macerati o tisane di diverse piante, tra le quali l’achillea, la camomilla, l’equiseto, l’ortica e il salice. Francesca e Margherita hanno abbracciato le tradizioni vitivinicole toscane, dando ai fortunati assaggiatori la possibilità di degustare vini unici, di carattere caratterizzati da grande espressività territoriale.