Guttarolo

guttarolo

La cantina Guttarolo sorge nel cuore dell’Altopiano delle Murge, a Bari, nel 2004. Cristiano Guttarolo è il vigneron che gestisce l’omonima cantina decide di recuperare un antico casale situato a 400 mt di altitudine presso Gioia del Colle. Cristiano resta da subito affascinato dal territorio caratterizzato da condizioni climatiche e ambientali uniche: la ventilazione è sempre incessante e il terroir, di origine carsica, è ricco di rocce calcaree, ottimali per la crescita della vite. La tenuta si estende su una superfice totale di 40 ettari, di cui 6,5 destinati alla crescita delle viti e gli altri piantumati a grano. L’idea di Cristiano è fin da subito quella di abbracciare la filosofia dell’agricoltura biologica e biodinamica. Il rispetto per l’ambiente e per la natura è fondamentale per dare vita a vini di grande espressività, capaci di esprimere a pieno i sentori del territorio.

I vigneti sono coltivati con tecniche tradizionali come l’alberello pugliese, con rese molto basse. Le specie di viti che la tenuta coltiva sono le più tipiche e autoctone del territorio: il Primitivo, il Susumaniello e il Negroamaro per i rossi e Verdeca e Trebbiano per i bianchi. L’azienda opera a regime biologico sia in vigna che in cantina, sono quindi banditi diserbanti o elementi chimici che potrebbero alterare il ciclo vitale della pianta e le qualità delle uve e dei vini. I vini di tenuta Guttarolo sono una delle espressioni più pure e genuine della Puglia, sono vini sinceri e diretti, capaci di raccontare con la loro rusticità la storia di un territorio e delle sue tradizioni.