Kmetija Stekar

Kmetija Stekar

La cantina Kmetija Stekar nasce nel cuore del Collio Sloveno, al confine occidentale dello stato ma all’interno della regione soggetta a denominazione della Brda. Le origini di questa cantina risalgono al 1672 quando la famiglia Stekar decide di acquistare una grande tenuta circondata da oltre sei ettari di terreni coltivabili. La storica azienda sorge tra i 150 e i 200 metri di altezza sopra al livello del mare in una zona in cui il terroir è composto principalmente da ghiaia, marne arenarie e argilla. La ghiaia è un elemento fondamentale per le viti, è permeabile e drena ai livelli più bassi l’acqua che le marne trattengono: costringendo le radici ad andare in profondità, il livello qualitativo delle uve viene massimizzato.

“Kmetija” in sloveno significa letteralmente “fattoria”; la famiglia Stekar, infatti, non si occupa unicamente di vitivinicoltura ma anche di allevamento animale e coltivazione di piante da frutta che affiancano alla gestione del loro agriturismo. La zona in cui risiede la tenuta è molto vocata a questo tipo di coltivazioni grazie alle numerose biodiversità garantite e dai vicinissimi e ricchissimi boschi circostanti. Tamara e Janko sono gli attuali vignerons della cantina e rappresentano la decima generazione di gestori dell’azienda e della tenuta. A partire dal 2000 hanno scelto insieme di convertire la loro coltivazione a regime biologico, così da poter garantire e preservare l’equilibrio naturale del terreno e dei suoi prodotti. Da sempre la cantina Kmetija Stekar produce vino secondo metodi ancestrali, mantenendo saldamente le distanze da tutte le pratiche moderne di vinificazione che inevitabilmente tendono all’industrializzazione e alla perdita di tutti quei sentori tipici e territoriali degli uvaggi.

Si cerca quindi di intervenire nella minor maniera possibile sia in vigna che in cantina, garantendo fermentazioni spontanee e senza controllo delle temperature ed evitando filtrazioni e chiarifiche prima dell’imbottigliamento. La produzione annua di questa cantina raggiunge circa le 20000 bottiglie che si concentrano in vini prodotti sia da uvaggi tipici sloveni come la Ribolla, la Polsakika e la Picolit che da uvaggi internazionali come il Sauvignon, il Merlot, lo Chardonnay e il Riesling Italico.