La Biancara

la biancara

Quella dell’azienda agricola La Biancara è una storia che ha inizio nei primi anni ’80, quando i coniugi Angiolino e Rosamaria Maule – dopo oltre dieci anni di attività nel settore della ristorazione come pizzaioli – decidono di dedicarsi al mondo dell’enologia e della vitivinicoltura, ambito di cui da sempre sono appassionati. L’avventura ha inizio con l’acquisto di circa 6 ettari di terreni coltivabili a vite che circondano una piccola tenuta situata a Sorio di Gambellara – a metà strada tra Verona e Vicenza – a cui se ne sono aggiunti numerosi nel corso degli anni, fino ad arrivare ad un totale di quasi 20 ettari complessivi.

Fin da subito, con largo anticipo sui tempi, Angiolino e la moglie hanno scelto di rendere la Natura la vera protagonista delle loro proprietà terriere: minimi interventi e procedure di agricoltura biologica sono stati i mantra per questa famiglia fin dal primo giorno di attività. Angiolino ha dato il via ad un trend tutto al naturale che oggi rappresenta una buona fetta del mercato enologico in Italia, ed è attualmente presidente – e fondatore – della famosa associazione Vinnatur, dedicata ai produttori artigianali. La cantina a conduzione familiare viene quindi gestita nel pieno rispetto degli equilibri naturali, intervenendo sulle viti unicamente quando lo richiedono.

Anche in cantina il vino si fa da sé: non si aggiunge e non si toglie nulla e le procedure sono spontanee e vengono svolte a temperatura ambiente, regolandosi con le tempistiche di annata in annata. Questa zona è caratterizzata da un terroir molto ricco composto da sedimenti limosi, argillosi e da frammenti rocciosi di natura vulcanica ed è considerato dalla famiglia Maule come il principio primo di un buon vino. Le varietà di uvaggi che vengono coltivate da questa azienda agricola e vinicola sono principalmente la tipica Garganega veneta e il Merlot, per una produzione media annua di bottiglie che raggiunge circa le 150000 unità.