Spedizione gratuita da 79,00 €

Roberta Tasso

Leva ‘94, nasco in un’annata per il vino non propriamente da ricordare. Alta 1,55m, ma dalla botte piccola nasce il vino buono, dicevano. Mi chiamo Roberta, ho 28 anni e vivo a Genova, città in cui sono cresciuta. Dopo cinque faticosi anni di Liceo Classico, indecisa tra la facoltà di Enologia di Torino e gli studi sanitari a Genova, mi ritrovo a partecipare al bando di un corso per la regione per Camerieri e Baristi. La passione per il vino, o meglio l’estremo fascino che riusciva ad esercitare su di me quel bel liquido rosso, già c’era, ma di certo non era stata nutrita, essendo figlia di genitori astemi e poco più che adolescente. Ma qualcuno, forse Giacinto, il mio nonno piemontese, produttore di fantastiche Barbera amatoriali, voleva che almeno ci provassi, volontariamente o no. La prima esperienza lavorativa è stata a Fontanafredda: qui ho avuto la possibilità di imparare come si lavora in quella ristorazione fatta di professionisti seri e di grandissima esperienza, che dell'enogastronomia hanno fatto la loro passione, oltre che il loro lavoro. Tanta fatica ma anche tanta soddisfazione: qui ho incontrato delle persone splendide che rimarranno per me sempre come una seconda famiglia. Gli studi da Sommelier iniziano in Langa, presso la delegazione AIS di Alba. Il ritorno a Genova coincide con l’inizio di un nuovo lavoro in un importante ristorante della città, in cui però inizia il disincanto della professione ristorativa. Decido quindi di tornare indietro, e riprovare a percorrere un altro percorso lavorativo, che inizia con la mia iscrizione ad una laurea triennale sanitaria di Podologia. Passano così tre lunghi anni, in cui comunque il vino rimane parte importante della mia vita, ma goduto come hobby e passione, al di fuori del contesto lavorativo. Instancabile, testarda e ancora carica dell’adrenalina dei vecchi servizi domenicali, trascorro il periodo universitario passando da un lavoro all’altro: barista, cameriera, addetta catering, promoter. Ogni lavoro che potesse conciliarsi con i miei tirocini in ospedale e le lezioni lo coglievo al balzo, non sempre con grande agilità, visti i ritmi. L'università finisce e io inizio a lavorare come Podologa presso diverse strutture, ma puntualmente l’entusiasmo della gente era molto più alto quando mi ritrovavo a parlare di vino, piuttosto che di piedi. La carriera sanitaria, infatti, dura poco: dopo una breve esperienza in una convenzionale enoteca genovese, arriva Flor: una ventata di freschezza e natura, in cui oggi mi occupo di acquisti e logistica. Indecisa ma appassionata, metto il cuore in tutto quello che faccio e mi piace mettermi in gioco in ogni ambito, conosciuto e non. Adoro studiare e non smetterò mai di farlo, sono seria e a tratti scorbutica - l’origine genovese non smentisce – ma estremamente empatica e pronta sempre ad ascoltare chi mostra di averne bisogno. Credo fermamente in Flor e in questo progetto, in cui i vini artigianali sono i protagonisti indiscussi. E quando porto a casa qualche bottiglia e mia madre annusa il vino ricordane l’odore di quelli del nonno, beh, non c’è soddisfazione più grande.

Impara / Magazine / Post più popolari

Vini metodo ancestrale: cosa sono?

I vini ancestrali sono vini frizzanti che vengono realizzati lasciando che il vino fermenti all’interno della bottiglia. Il metodo di produzione ancestrale è il più antico modo grazie al quale si producono vini frizzanti. Molto probabilmente in passato fu scoperto per caso, per errore. Probabilmente capitò che qualche produttore imbottigliasse un vino non ancora completamente […]

Roberta Tasso 9 Giugno, 2022

Impara / Magazine / Post più popolari

Cosa sono i rifermentati in bottiglia o Pet-Nat?

Quando si parla di rifermentati in bottiglia, o Pet-Nat, si fa riferimento a vini frizzanti prodotti attraverso una seconda fermentazione che avviene all’interno della bottiglia. Al termine della seconda fermentazione inoltre, i lieviti esausti rimangono nel contenitore senza essere mai eliminati. La domanda che ci poniamo è se il collegamento tra rifermentati in bottiglia o […]

Roberta Tasso 9 Giugno, 2022

Impara / Magazine / Post più popolari

Cosa sono gli Orange wine?

Gli Orange Wine sono una categoria di vini realizzati con uve a bacca bianca ma prodotti come i vini rossi, ovvero effettuando macerazione sulle bucce secondo tempistiche differenti. Ciò fa sì che vengano estratti tannini, antociani e polifenoli, determinando la creazione di un vino colorato e lievemente tannico. Gli Orange Wine sono un’amata e odiata […]

Roberta Tasso 6 Giugno, 2022

Impara / Magazine

Cosa sono i vini naturali?

Come rispondere alla domanda: cosa sono i vini naturali? Quando si parla di questi vini si fa riferimento a un filone produttivo di molti agricoltori che hanno scelto di produrre vino in maniera consapevole. Spiegare cosa sono i vini naturali inizia proprio dalla consapevolezza di cosa, come e quanto offre il proprio territorio. Da ciò, […]

Roberta Tasso 6 Giugno, 2022

Delivery presto disponibile!

Potrai verificate la copertura delivery nella tua zona e ordinare comodamente da casa tua.