Spedizione gratuita da 79€

Vini Croati

La Croazia è un paese piccolo e frastagliato – si pensi che conta ben 1246 isole – e proprio per questo offre una geomorfologia unica nel suo genere. Si coltivano viti sia sui territori collinari, che sul litorale che si affaccia sul Mar Adriatico.

La storia della viticoltura affonda le sue origini nel V secolo a.c., quando i Greci arrivarono sulle coste dell’attuale Croazia. Lo sviluppo della viticoltura, tuttavia, si deve all’Impero Romano, passando poi, durante il medioevo, nelle mani del clero. La produzione vinicola della Croazia tuttavia su fermò quando, nel 1400 circa, gli Ottomani vietarono l’uso di alcol su tutto il territorio. Unica eccezione era rappresentata dal vino prodotto per il corpo ecclesiastico della chiesa cattolica. Quindi un grazie va a loro, altrimenti la produzione di vino croato si sarebbe probabilmente estinta.

Dopo un periodo parecchio lungo di scoraggiamento della proprietà privata e, di conseguenza, della perdita di qualità del vino croato, sotto il regime comunista jugoslavo, negli ultimi trent’anni la Croazia ha visto un ritorno ai piccoli produttori indipendenti, che hanno saputo ridare al vino croato il prestigio che merita.

Le regioni della viticoltura croata si dividono in tre zone: la Croazia continentale orientale, la Croazia continentale occidentale, e la Croazia costiera. Il clima è mite, specialmente sul territorio che si affaccia sul mare, mentre nelle regioni interne è più continentale, ma sempre nell’ordine del temperato.

La Croazia, oltre a numerosi vitigni internazionali, possiede tantissimi vitigni autoctoni. Alcuni di questi non possono essere utilizzati oltre zone molto limitate, e per questo rimangono sconosciuti a livello internazionale. Tra gli autoctoni che invece citiamo più spesso, come il Graševina (Riesling Italico, la varietà più diffusa in Croazia), la Pošip, e la Malvasia Istriana. I 2/3 della produzione dei vini croati sono bianchi. Tuttavia, esistono vitigni a bacca nera che si stanno facendo strada nel mondo della viticoltura croata, come il Plavac Mali e l’antico vitigno del Dobričić, da cui è prodotto il vino naturale croato Kruzine di Drazen.

Tra i vini bianchi croati più famosi spiccano il Gravina, il Vugava, e la Kraljevina. Molto in voga è anche la Malvasia di Dubrovnik e il Gkr, prodotto come le medesime uve nell’isola di Korčula. Tra le realtà più interessanti del mondo naturale c’è sicuramente quella di tenuta Vinas Moras, dove Niko e Kreso creano vini naturali croati da una zona della Dalmazia quasi dimenticata: il Primošten.

Vinas Mora - Kaamen

Vinas Mora - Kaamen 2020

Croazia

30.00

Vinas Mora - Kaamen 2020

Croazia

30.00
Vina Moras - Andreis

Vinas Mora - Andreis 2020

Croazia

26.00

Vinas Mora - Andreis 2020

Croazia

26.00
Podrum Fanjo - Skila

Podrum Franjo - Skila 2019

Croazia

23.00

Podrum Franjo - Skila 2019

Croazia

23.00
Podrum Franjo - Aubiks

Podrum Franjo - Aubiks 2019

Croazia

23.00

Podrum Franjo - Aubiks 2019

Croazia

23.00
Drazen - Kruzine

Drazen - Zanchi Kruzine 2017

Croazia

35.00

Drazen - Zanchi Kruzine 2017

Croazia

35.00
Vinas Mora - Barbba

Vinas Mora - Barbba 2020

Croazia

22.00

Vinas Mora - Barbba 2020

Croazia

22.00

Delivery presto disponibile!

Potrai verificate la copertura delivery nella tua zona e ordinare comodamente da casa tua.