BLACK FRIDAY: -20% su tutti i vini. CODICE: BFD20 | Spedizione gratuita oltre 49€

Castello di Verduno

La grande tradizione vinicola piemontese, tra rossi come il Pelaverga, Barolo e Barbaresco, e un Castello la cui storia inizia nel XVII secolo.

Il Castello di Verduno è un’azienda vitivinicola le cui origini risalgo all’inizio del XVII secolo, quando la famiglia Cerrato iniziò la costruzione del grande edificio.

Re Carlo Alberto di Savoia acquistò il Castello nel 1838 e da quel momento la parte vitivinicola fu gestita dall’allora illustre enologo Generale Staglieno.

All’inizio del ‘900 il Castello fu acquistato dalla famiglia Burlotto. Successivamente, il matrimonio con la famiglia Bianco, che già si occupava di coltivare vigne e produrre vino nella zona del Barbaresco, permise alle due realtà di unirsi e collaborare, contribuendo alla realizzazione di una grande realtà storica e di grande tradizione.

Oggi la proprietà è di Gabriella Burlotto e Franco Bianco. Insieme alla Cantina la struttura ospita un bellissimo ristorante e un albergo. La gestione del Castello è in mano delle figlie Elisabetta e Alessandra Buglioni di Monale. Per la parte di vinificazione la cantina si avvale della consulenza dell’enologo Mario Andrion.

Oggi la Cantina è distribuita su circa 12 ettari vitati, coltivati a Barbaresco e a Verduno. Le sedi operative sono due, in ciascuna delle quali si verifica una fase diversa della produzione vinicola.

A Barbaresco si trova la cantina dove vengono realizzati i vini a denominazione d’origine: Barbaresco, Barolo, Barbera d’Alba, Dolcetto d’Alba, Langhe Nebbiolo e Verduno Perlaverga. Qui i vini maturano in grandi botti di legno di Rovere, come vuole il tradizionale metodo di vinificazione piemontese.

Nella cantina di Verduno si procede invece con l’imbottigliamento delle etichette, che qui affinano in bottiglia molto a lungo. Con le vinacce, inoltre, vengono prodotte le grappe.

Castello di Verduno produce vini nel pieno del rispetto delle tradizioni vinicole della zona, cercando di realizzare etichette classiche dotate di personalità identificative della loro zona di origine.

I lunghi affinamenti hanno lo scopo di conferire struttura ed eleganza, per garantire a chi si approccia al calice di poter gustare un vino pronto e completo, con grandi capacità di invecchiamento.

In vigna si pratica un tipo di agricoltura sostenibile, che vada ad impattare il meno possibile sulla vigna e sul frutto.

Oltre alle etichette più classiche e conosciute, tra cui quelle di Barolo, Barbaresco e Barbera, l’azienda ha investito e sempre creduto molto sul vitigno Perlaverga, raro e autoctono della zona di Verduno. Possiede infatti la prima vigna in purezza mai piantata di questo vitigno, intorno agli anni ‘70.

Un rosso particolare, fine ed elegante, famoso per le sue stuzzicanti note speziate, la finezza e la setosità del sorso.

Castello di Verduno - Barolo

Castello di Verduno - Barolo

Barolo DOCG

36.00

Castello di Verduno - Barolo

Barolo DOCG

36.00
Castello di Verduno - Barbaresco

Castello di Verduno - Barbaresco

Barbaresco DOCG

31.00

Castello di Verduno - Barbaresco

Barbaresco DOCG

31.00
Castello di Verduno - Nebbiolo

Castello di Verduno - Langhe Nebbiolo

Langhe DOC

15.00

Castello di Verduno - Langhe Nebbiolo

Langhe DOC

15.00
Castello di Verduno - Basadone

Castello di Verduno - Basadone

Verduno Pelaverga DOC

16.00

Castello di Verduno - Basadone

Verduno Pelaverga DOC

16.00
Castello di Verduno - Sciopet

Castello di Verduno - S-ciopet

Piemonte

26.00

Castello di Verduno - S-ciopet

Piemonte

26.00
Castello di Verduno - Campot

Castello di Verduno - Campot

Dolcetto d'Alba DOC

12.00

Castello di Verduno - Campot

Dolcetto d'Alba DOC

12.00
Prodotti nel carrello

Delivery presto disponibile!

Potrai verificate la copertura delivery nella tua zona e ordinare comodamente da casa tua.