L’azienda vitivinicola Koi sorge nel 2018, a pochi km dalla città di Modena, Emilia-Romagna. 

Flavio Restani decide di recuperare circa 3,5 ettari di terreni per dedicarsi alla viticoltura e alla creazione di un vino sano, genuino e sostenibile. Flavio conosce bene il mondo dell’enologia, dopo un trascorso presso numerose cantine di Lambrusco sempre nella zona del modenese decide di “mettersi in proprio” e di mettere in pratica tutto ciò che aveva appreso negli anni di gavetta. 

Il nome “Koi” rende omaggio alla cultura giapponese, dove la carpa Koi ne è il simbolo di perseveranza e anticonformismo.  

I terreni della tenuta sorgono tra le dolci colline modenesi, appena a sud della città e si caratterizzano per vigneti dai 30 ai 50 anni di età. Le qualità vitate sono quelle rigorosamente autoctone e tipiche della zona come Trebbiano Modenese, Moscato, Lambrusco di Sorbara, Lambrusco Maestri, Alionza, Albana, Pignoletto e Lambrusco Grasparossa.  

I suoli si caratterizzano di impasti in prevalenza composti da argilla. L’unicità di questa tenuta è l’antico metodo di allevamento della vite a Bullussi, tecnica agricola dove sono previste 4 viti molto alte sostenute da un palo che viste dall’alto prendono se sembianze di una raggera. Questa tecnica consente alle piante una crescita ottimale ma costringe anche il vigneron ad una lavorazione completamente manuale. 

Flavio adotta proprio questa tecnica perché decide di allontanarsi dalla meccanizzazione e dalle lavorazioni invasive per produrre un vino sostenibile e certificato biologico. In vigna le lavorazioni non prevedono l’uso della chimica e/o di diserbanti invasivi. I vini sono il frutto del duro lavoro, dove le uve una volta portate in cantina si trasformano e creano succhi enoici straordinari che non hanno certo bisogno di chiarifiche o filtrazioni.  

La selezione di 5 etichette create dalle sapienti mani di Flavio spazia dai classici rifermentati della tradizione emiliana a bianchi di grande carattere. Succhi enoici in grado di raccontare tradizioni antiche e l’infinita passione del loro produttore.