Manuel Pulcini

manuel pulcini

Manuel Pulcini è un giovanissimo enologo e viticoltore originario di Frascati e trasferitosi in Toscana durante gli anni degli studi universitari. Terminato il percorso alla facoltà di Enologia di Pisa, inizia per lui un processo di collaborazione con prestigiosi esponenti del mondo vitivinicolo, tra cui Castello Verduno nelle Langhe e Colle Massari, situata nel cuore della maremma. Durante questi anni di studio e apprendimento sul campo, Manuel sviluppa la sua personalissima idea di vino e si lega in particolar modo ai principi della biodinamica.

È il 2016 quando decide di dar inizio alla sua attività di produzione autonoma e affitta poco più di due ettari e mezzo di terreni e vigneti abbandonati situati tra borgo San Macario a Monte e altri territori della provincia di Lucca. Manuel lavora con il solo scopo di recuperare varietà tipiche regionali abbandonate e di dare loro nuovo lustro. Le sue etichette rappresentano l’incontro tra le tradizioni vitivinicole e le innovazioni moderne del campo. Sia in vigna che in cantina si svolgono procedure volte alla preservazione delle tipicità uniche del terroir toscano.

Le viti vengono trattate unicamente con bassissime dosi di rame e zolfo, evitando additivi chimici o prodotti di sintesi che fertilizzano o diserbano i terreni in maniera invasiva. Anche in cantina è fondamentale la spontaneità: le fermentazioni avvengono per sola opera dei lieviti indigeni e a temperature generalmente non controllate mentre vengono totalmente abolite le pratiche di chiarificazione e filtrazione che precedono l’imbottigliamento finale del vino.

I vini di Manuel Pulcini sono caratterizzati da forti note di freschezza e di acidità, aspetti immancabili nella produzione di questo vigneron che si suddivide su quattro linee di etichette differenti che Manuel associa ai quattro elementi naturali: La Marroca – acqua – Il Barbicoa – fuoco – Il Vizio Ramingo – terra – e, infine, la linea “laboratorio” Il Bercio del Sirca – aria.