Maria Bortolotti

maria bortolotti

L’azienda vitivinicola sorge a Zola Predosa nel cuore dei Colli Bolognesi, comune poco distante da centro enogastronomico bolognese. I suoi vitigni si estendono per sei ettari di terreno e sono posti a circa 100 metri di altezza sopra al livello del mare. La zona su cui sorgono la struttura e i vitigni di questa attività sono storicamente vocati alla vitivinicoltura, grazie alle caratteristiche climatiche e territoriali che la contraddistinguono.

A partire dal 1992 Maria Bortolotti e famiglia scelgono di seguire, nel pieno rispetto ambientale, i dittami della coltivazione e della lavorazione biologica e biodinamica. Il terreno viene lavorato con compost naturali preparati in base alle caratteristiche specifiche del suolo su cui andranno a lavorare e, intorno ai vitigni, è stata coltivata una fauna che consente di proteggere le viti e di creare un ecosistema adatto al loro sviluppo. I grappoli vengono selezionati e raccolti manualmente nel momento di massima maturazione dell’uvaggio e il mosto viene lasciato fermentare spontaneamente, con l’utilizzo di soli lieviti indigeni presenti già nella buccia del frutto.

Non vengono inoltre controllate le temperature così come viene mantenuto un livello decisamente basso di solforosa nei processi di lavorazione. L’affinamento dei vini della cantina Maria Bortolotti avviene generalmente in vasche di acciaio o fusti di legno che vanno dai 220 ai 500 litri di capienza. Molti vini di questa azienda, inoltre, rimangono a contatto con le fecce con la prima fermentazione. Maria Bortolotti tratta principalmente vitigni di Pignoletto, Sauvignon e Barbera, per una produzione annua che raggiunge circa 15000 bottiglie.