Marina Palusci

marina palusci

Marina Palusci è una piccola realtà a conduzione familiare nata dalla volontà di Massimiliano D’Addario, agronomo, sommelier e grande appassionato del mondo del vino. Nel 1989 la tenuta passa alla moglie di Massimiliano, Marina Palusci, che prende in mano le redini dell’azienda per convertila in frantoio per la creazione di pregiatissimi olii di oliva extravergine. Dal 2009 la tenuta viene gestita da Massimiliano, nipote dell’omonimo nonno con la stessa passione e cura per questo angolo di paradiso.

La tenuta, di circa 4,5 ettari, infatti nasce in una terra risparmiata dalla viticultura di massa a causa dei numerosi piccoli frazionamenti di vigneti impiantati e curati solo per uso famigliare. I vitigni principali che l’azienda coltiva sono autoctoni dell’Abruzzo, come il Montepulciano d’Abruzzo, il Pecorino e la Passerina. Il terroir è di tipo collinare, di origine argillosa e calcareo a quasi 300 m sul livello del mare. L’arma vincente di cantina Palusci è la vicinanza (neanche 20 km) dal mare e altrettanti dalle montagne: questo microclima garantisce una temperatura perfetta con un trionfo di biodiversità dovuta ad inverni miti ed estati piacevolmente ventilate. La tenuta opera esclusivamente a regime biologico sia in cantina che in vigna: non vengono infatti adoperati elementi chimici o diserbanti, ad eccezione di rame e zolfo, solo a scopo preventivo.

Questo garantisce la protezione alle piante per le malattie è più comuni ma senza stressarle o alterarne i frutti. In cantina si persegue la stessa filosofia, adoperano solo lieviti indigeni, nessuna filtrazione o chiarificazione. Massimiliano ha dato vita a due linee principali di etichette: PLENUS, senza solforosa e uve vendemmiate di notte e SENZANIENTE, vini capaci di esprimere l’immediatezza e la spontaneità del territorio senza nessuna alterazione. La grande cura e la passione per l’artigianalità del vino garantiscono a questa tenuta prodotti unici. I vini di Massimiliano non vi deluderanno.