Maso Bergamini

maso bergamini

La tenuta Maso Bergamini nasce agli inizi degli anni 80 a Cognola di Trento, piccolo paese in provincia di Trento, ad opera di Remo Tomasi. Il vigneron Remo decide di recuperare e restaurare le antiche vigne di un vecchio Maso del 1600. Nell’area alpina del Trentino-Alto Adige il maso era letteralmente un’azienda agricola comprensiva dell’abitazione del contadino, dei campi e degli animali in grado di autosostentare la famiglia contadina. La tenuta sorge sui primi rilievi collinari in circa 5 ettari vitati ad un’altitudine di circa 500-500 mt sopra il livello del mare. Il terroir in cui le viti della cantina affondano le radici è di origine vulcanica, ricco in scheletro, con presenza di rocce e matrici basaltiche. Il clima, fresco, asciutto e ventilato, unito alla conformazione del terreno rende le uve sane e cariche di sentori che ritroviamo splendidamente nei vini dell’azienda Maso Bergamini.

L’obiettivo sin da subito è il recupero di antiche varietà autoctone storicamente da sempre presenti nel territorio come Chardonnay, Riesling, Gewürztraminer per i bianchi, Pinot Noir, Teroldego, Lagrein per i rossi e il Moscato Rosa per produrre un delicato e profumato vino da dessert. La tenuta sin dal 1999 decide di operare a regime biologico certificato, nel pieno rispetto dell’ambiente e della natura. In vigna si utilizza solo rame e zolfo per la prevenzione delle malattie più comuni e tutte le operazioni vengono svolte manualmente senza interventi invasivi. Anche in cantina si persegue con la medesima visione praticando vinificazioni con fermentazioni spontanee, lieviti indigeni e nessuna filtrazione o chiarificazione. La grande cura e l’attenzione del vigneron Remo permette di ottenere vini di grande autenticità territoriale capaci di raccontare la storia e le tradizioni enologiche del Trentino-Alto Adige.