Mormaj

mormaj

L’azienda vitivinicola Mormaj nasce nel cuore delle colline pescaresi per volere di Francesco Gregorio e Andrea Calloni. Andrea vive vicino a Monza, in Brianza, dove lavora nell’azienda del padre, grazie alla quale ha sviluppato conoscenze commerciali e di marketing. Francesco ha vissuto sempre nel paese di Tocco da Casauria, dove ha una sua azienda, attiva da molti anni, e quindi conosce bene le potenzialità dei prodotti tipici di questa zona d’Abruzzo. L’idea nasce soprattutto dal pensiero condiviso da entrambi i proprietari nel creare un’azienda agricola e vitivinicola rispettosa, sana e sostenibile. Andrea e Francesco inizialmente decidono di puntare sul loro Uliveto per proporre al pubblico un olio puro frutto di spremitura a freddo e nessuna manipolazione.

Successivamente viene presa in gestione e recuperata la vigna, insieme all’enologo Antonio Santini per la riscoperta di varietà autoctone e locali come il Trebbiano, il Pecorino e il Montepulciano. L’etichetta più famosa è Mormaj, frutto dell’unione dei monti Marrone e Majella tra i quali è incastonata questa piccola azienda abruzzese. Il motto della tenuta è:” Ricercare sempre la massima qualità”, controllando direttamente tutti i processi produttivi e avendo cura di informare i clienti sulle qualità dei prodotti.

L’azienda opera sin dagli inizi esclusivamente a regime biologico nel pieno rispetto del territorio e del prodotto finale. In vigna le lavorazioni vengono svolte manualmente, rispettando le piante senza operazioni invasive, prodotti chimici o uso di fitofarmaci. Anche in cantina si persegue naturalmente con lunghe fermentazioni spontanee con soli lieviti indigeni, nessuna filtrazione o chiarificazione al momento dell’imbottigliamento.