Petracavallo

petracavallo

L’azienda vitivinicola Petracavallo sorge nel cuore della Murgia pugliese, qui il territorio presenta fenomeni carsici e suolo di natura calcarea e argilloso-calcarea, con le classiche terre rosse derivate dalla dissoluzione delle rocce. Tutte le uve sono di proprietà e raccolte manualmente in cassetta. I nostri vini vogliono essere espressione totale della Terra delle Gravine, un’aerea ancora tutta da scoprire. La storia di questa masseria passa attraverso la leggenda secondo cui nell’estate del 1220 San Francesco, di ritorno dall’Egitto e dopo essere stato ospitato per alcuni giorni a Mottola, si sarebbe intrattenuto con alcuni fedeli poco prima di San Basilio, presso la massaria sistente nota come Petra Cavallo.

Dopo la Prima guerra mondiale, la masseria fu messa in vendita e nel 1922 fu acquistata dai fratelli Gennaro e Giuseppe Leogrande che dopo due anni divisero sia il terreno che l’immobile. Oggi la tenuta viene gestita da Vito, appassionato della propria terra e delle proprie vigne e Peppino, suo padre che alle spalle ha anni di esperienza vitivinicola e agricola. La tenuta conta solo poche centinaia di bottiglie che vengono distribuite solo quando realmente pronte. I vini Petracavallo sono stati ricavati da uve coltivate in vigneti con metodi tradizionali, biologici e rispettosi del territorio.

In vigna le piante non vengono trattate con pesticidi, diserbi e tutte le lavorazioni sono svolte manualmente. Anche in cantina i vini seguono fermentazioni spontanee senza aggiunta di lieviti di altre uve, un basso quantitativo di anidride solforosa e senza enzimi o additivi e nessuna filtrazione o chiarifica. Si tratta più che altro di una filosofia di lavoro del vignaiolo che, in base al territorio, al clima e alle stagioni, segue il suo vino grazie all’esperienza e alla competenza artigiana, senza additivi o processi invasivi.