Santa Dieci

santa dieci

L’azienda segue la filosofia biologica. Il terreno nell’area è tufaceo, sabbioso, in profondità argilloso, a 320 m.s.l.m. la coltivazione della vite ricopre un ettaro e mezzo della superficie totale, reimpiantati nel 2000 con la prima vendemmia effettuata nel 2007. I vitigni che sono coltivati dall’azienda Santa10 sono Sangiovese, Canaiolo, Ciliegiolo, Colorino e Trebbiano, Petit Verdot e Cabernet Franc in una misura minore. L’azienda è seguita da Gianni che dal 1994 ha iniziato a seguire i terreni agricoli di famiglia, continuando con passione alla produzione del vino, alla produzione di olio e frutta. Nel 2000 si decise di ritornare le origini impiantando vitigni autoctoni e non sfruttando il podere e le cantine per tenere il vino e la produzione alle giuste temperature in maniera autonoma senza controlli elettronici.

Così nel 2007 ci fu la prima produzione di vino rosso naturale, sfruttando le qualità della terra gialla di Siena ed affinando i metodi di vinificazione. Il risultato del duro lavoro ha portato oggi Santa10 a produrre 8000 bottiglie che i proprietari Gianni, Elisa, Tommaso e Teresa portano a conoscere per il mondo. La filosofia che contraddistingue Santa10 è quella di seguire i tempi della natura in tutto e per tutto trasmettendo alle generazioni future una terra arricchita e non una terra più povera.

L’importanza di rispettare la disponibilità delle risorse del territorio permette alla cantina di generare uno sviluppo sostenibile nel tempo. La maggior parte delle lavorazioni avviene manualmente, per vinificare viene usato specialmente acciaio e sono fruttate le antiche cantine del podere. Solitamente l’invecchiamento viene eseguito in botti di rovere da 5-10hl per 1 o 2 anni con un affinamento in bottiglia che va intorno ad 1 anno.