Terre Di Pietra

terre di pietra

Terre di Pietra nasce dalla passione di Laura che a soli 25 anni, nel 2005 produce il suo primo vino aiutata dal marito Cristiano e dal suocero che le lascia un garage per poter sperimentare i suoi vini e nuovi metodi di vinificazione. Nel 2010 decide di costruire la prima cantina a Mercelise dove inizia a creare il suo primo a fermentazione spontanea su lieviti indigeni. La filosofia di base di Laura è sempre stata quella di utilizzare vinificazioni naturali in modo da far trasparire sempre di più l’artigianalità del prodotto creato e pensato home- made. I vigneti di Terre di Pietra si trovano in due zone diverse, uno a Mercelise ad est di Verona nella zona del Valpolicella a 250 m.s.l.m., la seconda è a nord di Verona a Torbe di Negrar dove si trovano ad un’altezza maggiore dai 450 ai 600 m.s.l.m.

I principali vitigni coltivati da Terre di Pietra sono vitigni legati alla zona di origine della cantina come Corvina, Corvinone, Rondinella, Molinara e piccole parti di Garganega e Marselan – frutto dall’incrocio Grenache e Cabernet Sauvignon. Sin dagli albori in cantina vengono effettuate fermentazioni spontanee per mezzo di lieviti indigeni, senza l’uso di correttori chimici che né di filtrazioni prima dell’imbottigliamento per conservare la purezza della lavorazione in vigna e della lavorazione in cantina.

Terre di Pietra è stata presa in mano da Cristiano dopo la prematura scomparsa di Laura nel 2017, che insieme alle figlie vuole ricordare con caparbietà sua moglie, incarnando e portando avanti una filosofia tutta al naturale. Cristiano sta cercando con costanza di migliorare i processi, totalizzando di naturalità i vini togliendo sempre più l’uso dell’anidride solforosa, mantenendo uno standard qualitativo molto alto, trasmettendo la passione sin dalla prima beva a chi ama riscoprire i gusti e i profumi di un tempo.