Camerlengo

camerlengo

La cantina Camerlengo è il frutto di una grande azione di recupero di terreni e di restauri effettuati dall’architetto Antonio Cascarano sui terreni di proprietà del nonno Giovanni Falaguerra a partire dal 2001. Su questi antichi terreni sono stati coltivati vitigni e ulivi fino alla fine degli anni ’60, rendendo l’azienda una tra le più affermate produttrici della zona del tempo. L’attuale azienda vinicola – tornata ufficialmente al suo originario splendore intorno al 2013 – è situata a Rapolla, in provincia di Potenza, e si estende per un totale di circa cinque ettari di terreni. Questa regione vanta di un sottosuolo ricchissimo che rende la zona estremamente favorevole allo sviluppo degli uvaggi; le viti crescono infatti sulle pendici del Monte Vulture, un vulcano spento risalente all’epoca preistorica caratterizzato da suoli tufacei composti da silicio e potassio. Questo elemento, unito alle buonissime condizioni climatiche miti e temperate, permette di ottenere uvaggi freschi e dotati di buona acidità.

Il nome della cantina è un richiamo alla storia di questo piccolo comune: intorno alla metà del 1200 il Papa, tramite il Cardinale Camerlengo, in segno di riconoscimento per la fedeltà dimostratogli dalla popolazione di Rapolla donò alla cittadina alcune terre da coltivare, le stesse dove oggi nascono i vini prodotti da Antonio Cascarano. Le viti coltivate da questa cantina si dividono su due zone: Piano di Croce e Toppo d’Avuzzo. Entrambi i vigneti vengono coltivati secondo regimi di agricoltura biologica, evitando interventi esterni o utilizzo di fattori e additivi chimici sia in vigna che in cantina. Antonio ha molto a cuore la preservazione del territorio e delle biodiversità presenti in esso ed è contrario ad ogni tipo di azione che possa in qualsiasi modo modificare o variare le note organolettiche originarie e territoriali degli uvaggi. Camerlengo coltiva sui suoi terreni uvaggi autoctoni a bacca bianca e a bacca nera tra cui Aglianico, Malvasia di Rapolla, Santa Sofia e Cinguli, per una produzione totale annua si aggira intorno alle 12000 unità totali divise su tre etichette.
Camerlengo - Antelio 2018

Camerlengo - Antelio 2018

Basilicata IGT

20.00

Camerlengo - Antelio 2018

Basilicata IGT

20.00