Corvagialla

corva gialla

L’azienda vitivinicola Corvagialla nasce a Lubriano, provincia di Viterbo, tra il logo di Bolsena e Orvieto, Lazio. La tenuta nasce da un radioso incontro della sua proprietaria Beatrice Arweiler e il territorio dell’alta Tuscia, denominato i Calanchi dell’Alta Tuscia, quando nel 2007, tramite invito di un amico, riscopre un piccolo rudere con annessi 4 ettari di terreno. Colpita dalla bellezza del territorio e delle sue potenzialità beatrice acquista questo piccolo angolo d paradiso con l’intento di ricreare una vera e propria società agricola non soltanto con vino ma con olio e prodotti della terra. Beatrice, figlia di coltivatori di luppolo in Baviera, riscopre e riporta nella sua nuova casa un po’ di quelle tradizioni che i nonni e la famiglia le hanno tramandato.

Se dapprima la tenuta produce solo olio e alleva animali dobbiamo aspettare il 2010 quando, dopo l’incontro con il vigneron Gian Marco Antonuzzi, ufficialmente viene piantata la prima vigna. Le varietà sono quelle tradizionali ed autoctone del territorio: Grecchetto d’Umbria, Trebbiano e Vermentino per i Bianchi e Sangiovese e Ciliegiolo per i rossi, situate in un terroir di origine vulcanica, composti in prevalenza da sabbia, limo ed argille. Beatrice che conosce bene il valore e la bellezza della sua nuova casa decide di intraprendere un percorso di produzione e coltivazione completamente biologico e naturale, tanto da essere certificati dall’ente di competenza nel 2018.

In vigna come nel resto della proprietà è la natura a comandare; animali e piante convivono ricreando un perfetto ecosistema che non ha certo bisogno di interventi esterni o di concimi invasivi. Anche in cantina si lavora in modo del tutto naturale, accompagnando dolcemente le uve nel loro processo di vinificazione, senza chiarifiche o filtrazioni. La splendida realtà di Corvagialla è un’azienda tutta da scoprire per conoscere un territorio che sin dall’antichità ha raccontato attraverso i suoi vini la storia e la potenza della tradizione; nelle 7 etichette prodotte da Beatrice e Gian Marno troverete questo e molto di più.