Domaine De La Garreliere

domaine de la garreliere

I vitigni autoctoni esistenti sul territorio dal 1645 circa sono stati così sostituiti da Plouzeau con uvaggi più nobili, con l’obiettivo di iniziare a produrre e commerciare vini provenienti dai vitigni nati e cresciuti proprio in tenuta. A partire dal 1985 il figlio di Pierre, dopo aver rilevato la cantina, decide di dedicarsi alla vitivinicoltura aggiungendo ulteriori vitigni a quelli già impiantati e seguendo i dittami della coltivazione biodinamica. La cantina Domaine de la Garrelière sorge a Rezines nel territorio francese della Loira, molto noto per la storica produzione vinicola. Situata a circa 130 metri di altezza sopra al livello del mare ed esposta a sud, oggi è composta da circa 20 ettari di terreno.

Il terroir su cui i vitigni affondano le proprie radici è piuttosto vario e spazia da suoli di selce con fondo argilloso-calcareo a suoli composti da sabbia eolica. Proprio questa varietà e queste differenti tipologie di terreno – che garantiscono basi fertili, calde e permeabili alle viti – consentono la crescita di uvaggi ricchi e intensi. Le viti vengono trattate naturalmente, senza aggiunte di prodotti chimici o di sintesi quali fertilizzanti, diserbanti o pesticidi.

Per non stressare il terreno e garantirgli i nutrienti necessari per rafforzare le piante si ricorre quindi a composti di letame, macerati di erbe e preparati biodinamici. Anche in cantina, le procedure di produzione vengono svolte a mano e senza controlli di temperatura, evitando chiarificazioni e filtrazioni prima dell’imbottigliamento. La cantina Domaine de la Garrèliere ad oggi coltiva e produce principalmente uvaggi di Sauvignon Blanc, Chardonnay, Chenin, Cabernet Franc e Gamay.