Spedizione gratuita da 79,00 €

Magazine

Esplora / Magazine

Dove bere vini naturali a: Firenze

Alice Carpi 27 Giugno, 2022

Il viaggio attraverso il mondo dei vini naturali ci porta nella città di Dante, là dove poesia, arte e vino si incrociano e ci fanno innamorare: eccoci a Firenze.

E perché meno ammiri la parola,
guarda il calor del sole che si fa vino,
giunto a l’omor che de la vite cola.
Purgatorio – canto XXV (76-78)

Ogni tanto ci chiediamo: ma se Dante Alighieri fosse ancora qui – magari! – e avesse voglia di una bottiglia di vino, dove andrebbe? Di sicuro, sceglierebbe un luogo dove il vino è prodotto dal calore del sole, unito all’umore che cola dalla vita. Ammettiamolo: Dante sceglierebbe sicuramente un vino naturale!

Perciò, semplifichiamo la vita a chi desidera passeggiare tra le vie del centro storico di Firenze, a braccetto con Dante o semplicemente con il sapore del vino ancora sulla punta della lingua.

Ecco una lista di cinque locali di Firenze dove bere vino naturale e conoscere l’amor che move il sole e l’altre stelle.

  • Vineria Sonora

Prima tappa pop & funky a cui il nostro Dante dedicherebbe un pomeriggio che si fa sera, è sicuramente la fantastica Vineria Sonora! Nel cuore di Sant’Ambrogio, vibra a ritmo di musica un luogo giovane e 100% naturale. Vineria Sonora è la numero uno per selezione di vini naturali: un locale super caratteristico che mischia l’amore per la musica con le note più ricercate delle etichette naturali. Andrea e Laura, rispettivamente enologo e manager, hanno creato un luogo di aggregazione intimo e originale. Oltre 1000 etichette (mille!) di vini naturali e biodinamici, frutto di produttori piccoli e artigianali. Siediti a un tavolino rustico, chiudi gli occhi e lasciati trasportare dal vecchio giradischi del ’79: il groove della Vineria Sonora si accompagna a chicche regionali con cui degustare il tuo vino naturale preferito.

Dove: Via degli Alfani, 39 r

 

  • Il Santo Bevitore (e il Santino)

Il Santino è il locale della porta affianco. I proprietari del ristorante Il Santo Bevitore hanno avuto un colpo di genio: creare un locale più informale, dove degustare vini naturali, crostoni e taglieri, esattamente di fianco al Ristorante. Che sia un calice prima di sedersi al Santo Bevitore, o un aperitivo con gli amici, il Santino è la piccola enoteca e gastronomia diladdarno dove i fiorentini sgomitano per trovare un tavolino. L’alternativa è sedersi sui gradini di Via di Santo Spirito, in attesa che si liberi un tavolo per il Santo Bevitore. Il ristorante è grande e le luci basse rendono l’atmosfera intima e familiare. Una carta di vini naturali tutta da scoprire, con lo Chef Luca Marin che non sbaglia un piatto. Consigliatissima la Terrina di Fegatini con ristretto di Vin Santo e pan brioche. Meravigliosa.

Dove: Via Santo Spirito, 60/R

 

  • Libreria Brac

Ristorante biologico per gli amanti dell’editoria. Dante di qui ci passerebbe sicuro! Tra i locali dove bere vini naturali a Firenze, non possiamo non citare quello dove si può anche leggere. Brac è una libreria di arte contemporanea, cinema, fotografia e teatro, con una splendida cucina, molto attenta all’organico. Qui si viene per assistere a eventi, presentazioni di libri, o anche solo per degustare un vino biodinamico con qualche proposta vegetariana o vegana. Si trova a due passi da Santa Croce, vicino a tutti i luoghi più cool di Firenze. Puoi scegliere se sederti nell’atmosfera accogliente della sala o tra i tavolini del cortile esterno. Acquista un libro, siediti su una seggiolina del cortile, e ordina un calice di vino macerato: questo è il luogo dove linguaggi e fragranze convivono. Grazie a Sacha e Melisa per aver creato un posto unico ed espressivo.

Dove: Via dei Vagellai, 18/R

 

  • Osteria Tripperia Il Magazzino

Trippa, lampredotto, e vini naturali? La Piazzetta della Passera (Dante spera di beccarci Beatrice) è l’angolo magico della Firenze Oltrarno che vive di lucine proprie. Un’atmosfera accogliente e fiabesca, con alcuni tra i più interessanti locali fiorentini che si affacciano sulla piazzetta. Il Magazzino è un locale dove la cucina italiana si esprime nei suoi fiori all’occhiello. Ideale per chi ama i piatti toscani a base di interiora, il Magazzino si annovera anche tra i locali più attenti ai celiaci, con un panino al lampredotto senza glutine da leccarsi i baffi. Per rendere la cena ancora più gustosa, ci abbiniamo una bottiglia di vino naturale. La selezione rispetta l’artigianalità del territorio e seleziona piccoli produttori che possono accompagnare al meglio una serata a base di toscanità.

Dove: Piazza della Passera, 2

 

  • La divina enoteca

Come potevamo non concludere questo viaggio senza citare la divina… enoteca? Nel quartiere super caratteristico di San Lorenzo, la Divina Enoteca nasce come Salumeria Ciatti, locale di baccalà e stoccafisso. Nel corso degli anni cambia abito; le generazioni si susseguono e arrivano a Bianca Ciatti. Oggi, Bianca è la Sommelier del locale insieme a Livio Del Chiaro. Dopo una capatina al Mercato di San Lorenzo, la Divina Enoteca accoglie e coccola con i suoi taglieri di formaggi e salumi. Tra le molte etichette, spiccano vini biologici e birre artigianali. Un fiore all’occhiello per la città del giglio, la Divina Enoteca è il luogo perfetto per conoscere e apprezzare la vera anima fiorentina. Deh!

Dove: Via Leonardo da Vinci, 30

 

Insomma, il nostro viaggio a spasso per Firenze e i suoi locali di vini naturali è finito. Ma non dimenticarti mai di questo: quando si tratta di bere, e bere bene, va’ dove ti porta il cuore.

O, come direbbe Dante, dietro ai sensi / vedi che la ragione ha corte l’ali.

*NB: i locali sopracitati sono solo una parte di una lista ben più lunga di luoghi magici dove bere vini naturali. Stay Tuned e scopri le altre città, Bologna & Genova!

 

Delivery presto disponibile!

Potrai verificate la copertura delivery nella tua zona e ordinare comodamente da casa tua.